danielacristofori | Daniela Cristofori con Giacomo Poretti invita a una conferenza-spettacolo sul tema del litigio nella coppia, trattato con umorismo e creatività.
Per chi desideri cambiare il proprio punto di vista sui litigi nella coppia e su come uscirne creativamente, questa conferenza-spettacolo può offrire una possibilità.
643
post-template-default,single,single-post,postid-643,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

LITIGAR DANZANDO

Mi fa piacere annunciare questo lavoro sul tema della coppia, che diversi anni fa presentai insieme a Giacomo Poretti presso il Centro Culturale San Fedele di Milano, un reading  dedicato alle giovani coppie in procinto di sposarsi.

Quelle riflessioni hanno assunto oggi la forma di una conferenza-spettacolo, che insieme abbiamo deciso di estendere ad un pubblico più vasto e di presentare al Teatro LabArca di Milano.

Il tema ci sembra più che mai senza tempo: come trovare soluzioni creative ai litigi nella coppia? Proviamo, in modo leggero ma autentico, a cercarle insieme.

Perché l’umorismo, come disse Gregory Bateson è una forma sottile di intelligenza, capace di “rilevare e rappresentare l’aspetto comico della visione del mondo condivisa dalle persone” (P. Bertrando). Questa capacità di sorridere di se stessi e del mondo ci permette di prendere le distanze dalle nostre convinzioni e dai fatti della vita, ampliando le nostre prospettive troppo rigide e quindi la nostra possibilità di cambiare. (da “L’Umorismo nella comunicazione umana” G. Bateson).

Parleremo di Litigare. Necessità di litigare. Evitare di litigare. Bellezza del litigare.

L’attore Giacomo Poretti e la psicoterapeuta Daniela Cristofori provano a spiegare (cercando d’imparare) l’arte del litigio, attraverso la lettura di brani divertenti alternati a interventi comici, in una conferenza-spettacolo leggera e creativa.

C’è chi non vede l’ora di litigare, chi ha il terrore di litigare, chi non sa litigare; c’è chi porta il broncio, chi si scorda che sta litigando mentre litiga, chi, se litiga è finita; chi spacca i piatti, chi urla, chi sbatte la porta minacciando di andarsene per sempre e rimane 2 ore fuori dalla porta.

Inutile scandalizzarsi, tanto si litiga per qualsiasi cosa. Si litiga per la politica, per il calcio, per il film più bello di sempre, per la musica; si litiga con chiunque, con la mamma, con gli amici, con quello in coda al semaforo. Si litiga soprattutto con la moglie o il marito.

Il segreto è che bisogna dirsele di santa ragione.

Bisogna litigar danzando e…

Cambiare: questo è interessante. Che anche sorridere dei nostri litigi possa aiutarci a cambiare è, possibilmente, il nostro intento. Come imparare a danzare un nuovo ritmo.